mercoledì 23 ottobre 2019

Recensione del libro '' In a Legend discosure '' di A.V. Enelyn


Titolo: In a legend discosure 
Autore: A.V. Enelyn 
Costo ebook: 2,99
Costo cartaceo: 19,90
Lunghezza delle pagine: 431 
Data di pubblicazione: 14 gennaio 2019
Link di acquisto: qui 

Trama ; 
E se una semplice leggenda stravolgesse il tuo futuro? Cresciamo educati e abituati a una realtà poco piacevole con principi ben precisi, dove sogni e fantasia, col tempo, diventano sacrificabili. Ma se fossimo noi a reprimere ciò che è realmente il nostro animo? Se una forza straordinaria si nascondesse dentro ognuno di noi, in attesa di essere scoperta, usata... o sfruttata? Josephine Seawater si ritiene una ragazza forte. I suoi amici, zia Lely e un carattere diffidente: ciò che si ritrova ad avere dalla morte di sua madre. Ma quando la sua realtà verrà inondata da bugie e le sue debolezze riemergeranno dagli abissi del passato, la sua vita vacillerà. Chi le starà vicino? A chi si aggrapperà stavolta? Occhi travolgenti e mari in tempesta popolano i suoi sogni. Mancanze, ostacoli e sentimenti metteranno a dura prova le sue scelte. Invasa da problemi futili e da un padre, partito per lavoro, che si ripresenta nella sua vita, portando con sé un'assurda rivelazione, è del tutto ignara di come la sua vita cambierà da un incontro che lei ritiene casuale, demolendo tutto ciò in cui crede. E capirà che incubi e strane coincidenze sono solo l'inizio. E se questi sogni potessero diventare realtà?

Recensione: 
Questo libro rappresenta l'insieme di tanti argomenti, dal fantasy alla realtà della vita, dal dolore alla gioia assoluta, dall'odio all'amore vero. La protagonista, Josie, dovrà affrontare tutto questo ed altro ancora. Nel corso del racconto scoprirà la sua vera natura, la sua vera forza, il suo vero io. Libererà sentimenti che aveva nascosto nel fondo del suo cuore per non doverli provare più. La morte della madre è stata un duro colpo per lei e Josie non vuole provare nulla di più forte di una semplice amicizia con le persone che la circondano, per non dover più riprovare quel dolore, quel senso di perdita. 
Ma nella sua vita arriverà Aiden e lei dovrà rimettere in discussione tutto ciò in cui ha sempre creduto, a cominciare dal fatto di potersi fidare solo di sé stessa. Lui e il suo amore la tireranno fuori dall'intorpidimento dei suoi sentimenti. Per poi distruggerla di nuovo... 
In tutto questo ovviamente entra la componente fantasy, che è qui rappresentata da personaggi col potere dei quattro elementi: aria, acqua, fuoco e terra. Tra tutti questi personaggi, uno di loro vuole appropriarsi del potere di tutti gli elementi per divenire l'essere più potente del pianeta. E ovviamente i nostri protagonisti dovranno affrontarlo e trovare un modo per fermarlo. 
Cos'è più difficile? Affrontare un grande potere esterno o se' stessi? 
Ho trovato la storia originale, avvincente e la scrittura semplice, ma divertente ed emozionante al tempo stesso. Ci sono momenti da sbellicarsi dal ridere e momenti in cui non si possono trattenere le lacrime. Trovo che le autrice, per quanto giovani, abbiano scritto un romanzo che vale davvero la pena leggere e non vedo l'ora di leggerne i seguiti! 

Voto 4/5

martedì 22 ottobre 2019

Cover reveal '' La luce calda del tramonto '' Vanna Costanzo

 Buon giorno lettori! 
Oggi ''Cover Reveal'' di un romanzo che mi incuriosisce moltissimo...

Titolo:'' La luce calda del tramonto''
Autore: Vanna Costanzo 
Costo ebook; 3,99
Costo cartaceo: 15,50
 Data di pubblicazione: 10 novembre 2019   
 Genere : Romance storico
Lunghezza delle pagine: 540 
       Serie : Trilogia del Sogno Americano, Volume Primo   



Trama:

 “È in tempi difficili che si compiono le più grandi follie d’amore”
 Pasadena, 1945. A un mese dalla fine della guerra in Europa, per Cindy giunge
 l’inizio delle vacanze estive dopo il diploma, l'occasione perfetta per dedicarsi 
al dolce far niente. Tuttavia il destino sembra intenzionato ad avere programmi diversi.
 Nel frattempo, molti soldati fanno ritorno negli Stati Uniti per ricongiungersi con i propri cari:
 tra di loro c’è anche il capitano Peter Jones. 
Quando in un placido pomeriggio d’estate l’uomo piomba in casa sua, 
la giovane avverte sin da subito un’insofferenza nei suoi confronti, dettata
 dal timore che questi possa portarle via l’adorata sorella Alexandra. 
Ma l'eroe che ha ammaliato tutta la famiglia Harris, è davvero quel che vuole far credere?
 E perché gli sguardi che le rivolge sono sempre così ambigui? 
Forse sarà proprio la scoperta dell’uomo oltre l’uniforme a far vacillare ogni pregiudizio
di Cindy: quando dichiarerà guerra al capitano Jones, si ritroverà a fronteggiare una battaglia contro sensazioni sconosciute e mai provate, trascinata in un vortice di sentimenti proibiti e segreti inconfessabili.

Primo volume di una trilogia di formazione ambientata nei decenni più controversi del XX Secolo, quelli che hanno segnato la storia americana e con essa quella del mondo intero. Tra cadute, rinascite, affetti e guerre, l’esistenza di persone come tante costrette a vivere e ad amare in tempi straordinari.

*****
Un racconto ricco di passione, travolgente, che vi riempirà e scalderà il cuore come un tramonto estivo. Un amore ostacolato dal destino, quello fra due anime che danzano sul pericoloso confine di una guerra che non sarà mai in grado di separarle sul serio.
Chi ha amato "Il cavaliere d'inverno" non potrà non adorare anche questa storia fatta di crescita e speranza."

Martina Indraccolo del blog "Hanabi", autrice di "Ruggine di vento"

*****

vi incuriosisce ? Fatemi sapere nei commenti ! 

lunedì 21 ottobre 2019

Cover reveal del libro '' La luce calda del tramonto di Vanna Costanzo'''

Buon pomeriggio lettori! 
Oggi vi metterò un po' di ansia perché sta per uscire un romanzo storico 
con una trama che ti colpisce dal primo momento.
Vi lascio un po' di curiosità con questa foto qui.
E vi mando un piccolo saluto ;)


Recensione del lbro '' Beyond the time - Il ritorno del Vieux di Flavia Lucioli''

Buon giorno amici lettori, 
finalmente vi posso parlare di questo libro, il secondo volume di una serie.


Titolo: Beyond the time - Il ritorno del Vieux 
Autore: Flavia Lucioli
Costo ebook: 2,99
Costo cartaceo: 13,50
Data di pubblicazione: 11 ottobre 2018 
Lunghezza delle pagine:540
Link di acquisto: Qui

Trama:

"Siamo due astronauti sparati nello spazio, in orbita tra le stelle, privati di forza di gravità, ma legati da questa magia che tiene insieme le molecole dell’Universo. Noi siamo l’orizzonte. Noi siamo la scia di una cometa. Noi siamo i raggi di un sole. Noi siamo tutto… tu sei il mio tutto. "."Vivere o morire. Lontano da lei, ora lo so, non aveva alcuna importanza. Perché non era vita la mia, ma solo una sequela di azioni dettate dall'istinto primordiale di un corpo senz'anima, né sentimenti, né tanto meno futuro. Vivere o Morire, può sembrare banale anche dirlo, ma nel cuore di un uomo senza amore, la morte ha già vinto. Mentre nel cuore di un uomo che muore per amore, la vita proseguirà in eterno."Lui è un Cacciatore, lei la sua preda. Oltre il tempo e lo spazio i loro cuori si sono trovati ed ora che la mano crudele del destino li ha separati di nuovo, a Noah e Geneviève non resta che lottare per questo sentimento che trascende l'umana ragione. Riuscirà Noah a tornare nel futuro ? E Ginni sarà in grado di perdonare il tradimento che le ha spezzato il cuore?Il Ritorno del Vieux - Il secondo volume della saga Oltre il Tempo

Recensione :

Appoggiatevi nel divano e mentre che sorseggiate una tazza di cioccolata calda vi parlo del 
 secondo volume di Flavia Lucioli della seria ''Oltre il tempo'' 
Un fantasy romantico che mi ha fatto viaggiare in un mondo molto simile al nostro ma allo stesso tempo molto affascinante.

 Il secondo volume riprende da dove ci hanno lasciato.
per chi ha letto la recensione del secondo volume, l'autrice ci aveva lasciato con il fiato sospeso e con un grande vuoto.

Noah è stato catturato e rinchiuso indietro nel tempo.
Genevieve si sente  molto spesso tradita e distrutta , Noah non ha mantenuto la sua promessa ,quella di non abbandonarla mai. 
Nel libro si '' respira'' la sofferenza di questi due giovani innamorati e  l'abbandono.
 Ma possiamo ben dire che c'è anche la voglia che un giorno possano  ritrovarsi.
In questo secondo troviamo Logan , ex fidanzato di Genevieve che sarà molto presente all'interno della storia, e che cercherà di riconquistarla. 

Lo stile di scrittura rimane lo stesso,  fresco e scorrevole. 

L'ho trovato un po' pesante dopo le 350 pagine ma poi si è ripreso.
Sono sicura che vi rapirà come ha fatto con me .
ma 
Assolutamente consigliato 
4/5   

sabato 19 ottobre 2019

Recensione del libro '' L'attimo in cui ti ho rivisto di Erika sole ''


Titolo: L'attimo in cui ti ho rivisto 
Autore: Erika Sole 
Costo ebook: 1,99
Costo cartaceo: 10,50 
Data di pubblicazione: 19 ottobre 2019 
Trama :
Hazel ha sempre amato Bakewell, il piccolo paesino di tremila abitanti che l'ha vista nascere e crescere. A Bakewell non ci sono segreti: tutti conoscono tutti e questo Hazel lo sa benissimo. In quel paese però, ci ha lasciato tutto tra cui i fratelli Blake: Brandon e Konnor, apparentemente simili ma molto diversi caratterialmente. Con quest'ultimo ha sempre avuto un rapporto particolare fatto di scherzi e risate. Le loro giornate si sono sempre susseguite felici e spensierate fino a quando, un giorno, Hazel non ha deciso andarsene per studiare altrove.
E poi tutto è cambiato.
Riuscirà Hazel una volta tornata a casa a fare i conti con il passato?
E se tornare non fosse come immaginava?


Recensione:

Leggendo questo libro non può non comparirvi un sorriso sulle labbra, le farfalle sullo stomaco iniziano a farsi sentire e i battiti accelerati del cuore si fanno spazio dentro di te.
 E fin da subito penserete che questo libro è quello giusto, finalmente uno di quei bei libri che non dimenticherete per il resto della vita, ma soprattutto uno diverso dai soliti.
Protagonista di questa storia è Hazel una ragazza che ritornerà a Bakewell, nella sua città d'origine, ritroverà la sua famiglia che l'accoglierà a braccia aperte, tutti felici, tranne Konnor, un suo vecchio amico d'infanzia che ha sempre avuto una cotta per lei, ma non l'ha mai ammesso. 
Il suo ritorno lo destabilizzerà, finché un giorno Hazel riceverà una chiamata che la costringerà a partire di nuovo, ha otto mesi per restare con la sua famiglia per poi ripartire.
E forse sarà un ottimo momento da cogliere al volo  che Konnor si dichiarera' a lei, sorprendendola all'inizio, ma quando lei accetterà di stare con lui perché ammette che la distanza da lui è brutta tutto tra i due sarà perfetto.
Un'amore nato da un'amicizia, durato anche quando i due erano separati, un amore rinato in un attimo in cui si sono rivisti. 
La scrittura è fluida, si legge molto velocemente e si entra in sintonia con i personaggi. 

Voto : 5/5

giovedì 17 ottobre 2019

Recensione del manga '' Tienimi per mano'' Di Aurora di Maria

Buon giorno lettori!
Scorsa settimana ho letto un manga tanto grazioso che sono sicura che piacerà anche a voi! 



Titolo: Tienimi per mano 
Autore: Aurora di Maria 
Casa editrice: Elpis 
Costo cartaceo: 5,90 

Trama: 

Juliet è una simpatica ragazza italiana che, per via di una borsa di studio universitaria, si ritrova a studiare a Londra per qualche mese. Da sempre amante della fotografia, al suo arrivo in città non riesce a resistere all'impulso di fotografare ogni angolo e monumento, ma proprio per questo suo girovagare entusiasta, perde di vista il gruppo di colleghi. La sua crisi di panico pensando di essersi persa, viene interrotta da un bel ragazzo con un ombrello, che gentilmente si offre di accompagnarla alla vicina stazione della metro... Chi è questo ragazzo? E come mai più tardi, quando Juliet lo rincontra per caso, lui finge di non conoscerla?

Recensione :

Dai tratti delicati, il manga ci racconta la storia di Juliet, una ragazza timida che ha vinto una borsa di studio a Londra e che passerà alcuni mesi lì. Ma è anche una ragazza che ama la fotografia, infatti il primo giorno a Londra inizierà a fotografare tutto quello che vede per cercare di non dimenticare ogni attimo, ogni dettaglio di quella bellissima città.
Ed è li che conoscerà un ragazzo che l'aiuterà a trovare la metro.
Ed è così che lei ne resterà  affascinata. 
Ma lo incontrerà anche da un'altra parte, una sera, e lui non sara' così tanto gentile come la prima volta. 
Che cosa sarà successo? 
Vi invito a leggerlo perché vi conquisterà pagina per pagina. 
Assolutamente consigliato 5/5☆ 

mercoledì 16 ottobre 2019

Intervista a Jasmine Hashem

Buon giorno lettori  !
Come promesso nelle storie su Instagram, 
questa settimana ho avuto l'onore di intervistare :
( Questa è la cover del suo libro. )

1) Parlaci un po' di te ... 
Mi presento: sono Jasmine, ho ventisette anni, sono nata e cresciuta a Roma, anche se le mie origini sono per metà egiziane (da parte di padre) e studio Farmacia all'università di Roma La Sapienza. Sono quasi in dirittura di arrivo e spero, per questo, di laurearmi entro e non oltre un anno. Sono sempre stata una ragazza appassionata e mia madre ha sempre sostenuto ogni mia più piccola, ma pulsante,  passione. Adoro leggere, disegnare, scrivere e adoro gli sport. Amo la musica, la danza e la scienza. Lo sport mi ha salvato la vita e da quando ho iniziato lo pratico tutti i giorni. Sono una ragazza che sogna ad occhi aperti e capita spesso, durante la giornata, che mi incanti persa nei miei pensieri. Sono innamorata della vita e al contempo ne sono terribilmente spaventata. Il coraggio e la paura dominano la mia anima da sempre, in egual misura. 

2) Com'è nata la passione per la scrittura? 
Com'è nata non saprei descriverlo. Non credevo mi appartenesse ne che fosse possibile per me ritrovarmi di punto in bianco con un romanzo tra le dita. Riflettendoci bene però e ripensando poi alla mia infanzia, rigonfia di diari scritti a mano, un tempo segreti e nascosti, mi sono resa conto che inconsciamente ho sempre scritto e che soprattutto scrivere un romanzo non era poi così distante dal mio essere. Non so se quella per la scrittura sia o meno una passione; nel senso che fin da piccola ciò che mi spingeva a scrivere erano le mie emozioni: rabbia, tristezza, gioia. Era una necessità per me: annotare ogni momento che aveva toccato la mia anima. Era un modo per non dimenticare il mio vissuto e soprattutto per imparare da questo. Posso dire che la scrittura non è una passione che è nata, piuttosto una necessità che c’è sempre stata.

3)Se potesse scegliere solo tre libri da consigliare, quali sarebbero?
 Tre libri è un numero troppo riduttivo, inoltre credo che al mondo ci siano cosi tanti libri che non ho ancora letto e che meriterebbero invece di essere citati in questa lista che non mi sembra giusto pronunciarmi ora, con così poca esperienza e poca conoscenza. La verità è che studiando non ho molto tempo per leggere e nella mia infanzia non ho avuto la giusta spensieratezza per  dedicarmi alla lettura come avrei dovuto. Sono innumerevoli i libri che ho intenzione di leggere e per citarne qualcuno di cui già dispongo i testi: Cime tempestose di Emily Bronte, L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello di Oliver Sacks, Il giovane Holden di Salinger e Le affinità elettive di Goethe . Sto finendo la lettura di Orgoglio e pregiudizio e più vado avanti e più mi domando perché io non l’abbia mai letto prima. Sono dell’idea che la lettura vada spaziata e vissuta tutta, non bisogna rifugiarsi nella propria comfort zone leggendo solo ciò che si reputa essere nelle proprie corde. I libri ampliano le conoscenze, le consapevolezze e le vedute e consiglierei per questo di leggere di tutto e di più e non limitarsi a fare un’accurata selezione ancor prima di conoscere. In questo campo la selettività non è mai efficace e bisogna sempre provare e mettersi in gioco. È un consiglio, questo, che do anche a me stessa. 

4) Hai delle abitudini particolari durante la scrittura?

 Abitudini particolari non direi. Solitamente quando sento l’impulso di scrivere, che sia di mattina presto, in tarda sera o addirittura di notte, se un sogno mi sveglia, mi ritrovo ad assecondarlo. Forse un’abitudine può essere quella di ascoltare la musica. Non sempre, ovviamente, ma quando devo descrivere qualcosa con una carica emozionale intensa ho bisogno della musica. Che io stia descrivendo un tratto gioioso o doloroso associo a questo una canzone atta ad amplificare la percezione da me descritta. Oppure semplicemente se nel testo inserisco una canzone l’ascolto per tutta la durata della stesura del pezzo interessato. Lo si può intuire bene leggendo il mio romanzo. Inoltre immagino sempre che le persone ascoltino la musica da me citata mentre leggono quei pezzi, è un  mio sogno, crederlo.


5) C’è un’immagine nella tua memoria che ricollega al momento in cui ha deciso di voler diventare scrittrice?
Ci penso e no, non c’è un momento che mi ricolleghi a questo perché diventare una scrittrice non è mai stato nei miei piani, ne tanto meno nei miei desideri, mentirei se dicessi il contrario. Da piccola il mio sogno era diventare una fumettista, poi crescendo la strada mi ha portata a desiderare di diventare una farmacista. La scrittura è una sensazione radicata in me che resta lontana dal mio controllo volontario. Il mio desiderio oggi è che le persone leggano ciò che ho scritto e che scriverò in futuro, desidero conoscere i loro pensieri e i loro pareri a riguardo e desidero trasmettere messaggi, messaggi importanti; non so se questo possa voler dire che io desideri essere una scrittrice. Non so, è molto controverso anche in me questo pensiero. Talvolta la scrittura non è stata mia amica, infatti scrivere il mio primo romanzo mi ha recato non poco dolore e mi ha spaventata a tal punto da giurare a me stessa che non avrei mai più rimesso mano alla tastiera, poi invece l’impulso di scrivere è tornato e vede, non è qualcosa che posso controllare ne tanto meno decidere.

6)Ci racconti il suo rapporto con la scrittura e com’è cambiato nel tempo. Cosa significa scrivere oggi, e cosa significava agli inizi?

 Come le ho anticipato poc'anzi il mio rapporto con la scrittura non è proprio idilliaco. Ho iniziato a scrivere il mio primo romanzo a gennaio del 2017 e ho digitato la parola "fine" a marzo dello stesso anno. Due mesi intensi, due mesi infernali. Prima di allora scrivevo emozioni e pensieri, niente che possa ricondursi ad un racconto o ad una storia. Quindi posso parlarle del mio rapporto in questi due anni che, nonostante siano stati solo due anni, si è evoluto in maniera sorprendente. Ho iniziato a scrivere, per l’appunto, Choose me choose you choose us perché avevo bisogno, io per prima, di leggere una storia come questa. Come se io fossi la lettrice cui era destinato questo testo, non so se mi spiego. Doveva essere una storia che mi parlasse di me, che mi aiutasse ad affrontare e superare dolori che forse avevo aggirato, che mi aiutasse punto. La scrittura mi ha fatto da terapista e si sà che la terapia non è sempre un percorso facile. Con foga avevo messo la parola fine, ma quando poi, sostenuta dalle mie più care amiche, ho deciso di rendere noto il mio testo mi sono sentita stranamente bene, risanata. Oggi ho iniziato a scrivere il mio secondo romanzo e devo dire che mi sento più matura, più forte e meno fragile. Dagli inizi ad oggi è cambiato questo: prima la scrittura la tenevo nascosta e segreta, solo per me, oggi la condivido e condividerla è qualcosa di davvero, davvero piacevole. 


Ed eccoci alla fine di questa intervista, ringrazio l'autrice per aver partecipato e per avermi permesso di intervistarla. Spero presto di parlarvi del suo libro ! 
A presto
Sofia 

Lettori fissi

Chi sono ? Collaborazioni / Programma settimanale

Ciao a tutti mi chiamo Sofia Biondo ,  sono una blogger e una scrittrice .  Questo qui è il mio secondo blog ... in questo mostrerò molta ...